hanno detto di lui

 

home page
arte da collezionare per la vita 1999
arte da collezionare per la vita 2000
hanno detto di lui
galleria delle opere
le mostre, i premi
ordini - acquisti
guestbook
maternità totemica
bronzo: eseguiti due esemplari
67x31x28
Collezioni private:
Bruno Galuzzi
Piero Caruso
Gabriele Mandel
 


«Ha sentito in modo genuino e diretto l'urgenza d'un recupero della nostra "urgente genuinità" in questo mondo che ha concluso in modo snaturante il percorso d'una delle più complete e prestigiose culture umane».

   Il lungo cammino dell'Arte principia dall'immediato e dal simbolo. Prima ancora di raccoglitore di immagini, il progenitore fu raccoglitore di formule magiche, che la sua paura e la sua inadeguatezza nutrivano di segni e di amuleti.
Così il primitivismo ci riporta a quelle lontane origini della Civiltà umana, che sono ancora presenti nel bambino magico quando, a tre o quattro anni, si appresta a sperimentare le molte possibilità evolutive per il suo inserimento nella cultura a lui contemporanea.
Ed ecco questo pittore e scultore, Roberto Cassella, testimoniare di queste origini, e della sopravvivenza d'un bambino magico in ciascuno di noi anche in età adulta. Ha svolto un suo percorso che l'ha portato da esperienze figurative ad esperienze simboliche (non sarebbe più giusto chiamare così, in definitiva, tutta l'arte cosiddetta astratta?). Ha sentito in modo genuino e diretto l'urgenza d'un recupero della nostra "urgente genuinità" in questo mondo che ha concluso in modo snaturante il percorso d'una delle più complete e prestigiose culture umane.
Questo è qualcosa di più è la spiegazione d'un reale più profondo a proposito della pittura candida, quella che i gergatori dozzinali della cultura di massa e all'ammasso chiamano naïf. Le molte correnti dei pittori naïfs autentici non hanno però sperimentato mai del tutto questa ricchezza fascinosa del primitivo magico. Vi giunge ora, pur con gli apparentamenti che son sempre rintracciabili per qualsiasi artista, Roberto Cassella. E' spontaneo in modo autentico; è efficace in modo autentico; e la "grande arte di tradizione"... è solo mal di testa.
Dicevo di apparentamenti possibili. Certo, lo accosterei, perché le sue opere mi richiamano quei grandi artisti naïfs della buona stagione yugoslava, prima che i criminali serbi cancellassero le loro vite, i loro sogni, i loro valori (d'arte, di civismo, d'umanità,e di tutto ciò che rende civile l'essere umano) nei loro massacri d'oggi ma barbaramente loro da secoli. Penso a Josef Kembo, pastore e piccolo contadino che riprende gli stilemi dei Bogomili, e ancor più di Bogosav Zivkovic', allegatore d'intimità animalo-vegetali nei suoi totem così parlanti; e del suo conseguente Milan Stanislavljevic', dinamico, religioso, intenso; o ancora - in altro campo etnico - le belle figure enigmatiche del minatore Erich Boedeker.
Con quest'ultimo scultore, egli è tedesco, abbiamo allargato la visuale. C'è allora l'haitiano Georges Liautaud, il nigeriano Asiru Olatunde, e ancora il dalmata Petar Smajic', o ancor più simile a Cassella - l'ungherese Szegeni Gabor, o i polacchi Jedrsej Wawro, Leon Kudla, Stanislaw Zagajewski, per non dimenticarci del sorprendente Zygmund Skretowicz.
Ci si rende conto, così, facilmente (ed è per questo che mi sono lasciato andare ad una piccola nota onomastica), che Roberto Cassella, con questa sua arte così sentita e perciò così fatta, non è una voce sola, ma è un solista nel coro della notevole, folta, sorprendente sempre e gustosissima spesso scultura candida.
Si potrebbe dire altro, si potrebbe dire che il primitivismo è anche all'origine delle molte confluenze mediterranee. Potremmo dire che vicino a un Orneore Metelli, a un Ligabue, a un Corrado Spaziani, grandi maestri della pittura candida italiana, non sempre è facile affiancare una scultura candida di altrettanta importanza. Ben venga dunque questo scultore. Il resto, come dicevo sopra... è solo mal di testa.

Gabriele Mandel


...le recensioni di

Gianni Pre

Pier Luigi Senna
per i "Profili"

Pier Luigi Senna
per "Arte da collezionare per la vita"

Gian Marco Walch


...links

Folio Gallery

lo scultore Roberto Cassella

nudo di donna
bronzo: eseguiti tre esemplari
30x20x16

cavalieri nello spazio
olio su tela
70x70

Copyright © Roberto Cassella 2000. Tutti i diritti sono riservati